venerdì 6 marzo 2015

Il miglior metodo per dimagrire


Un metodo diverso
Questo metodo per dimagrire si basa in un’equazione matematica che è quello che causa l’obesità o i chili in più. “Quello che entra dentro il corpo deve essere meno di quello che esce”.

Questo video fa vedere degli esercizi per perdere 10 chili in 30 giorni senza fare altro che degli esercizi di iperventilazione per qualche minuto al giorno.

Le diete che propone il mercato
La maggior parte delle diete si basano sulla teoria che riducendo la quantità di cibo che entra in corpo e aumentando i bisogni di corpo si riesce a far dimagrire una persona grassa.
Il problema è che questo metodo è una tortura insopportabile per la persona. Non solo per una persona obesa ma per qualsiasi persona.
Lo stato d’animo della persona è già molto a rischio con solo con la dieta, ma come se questo fosse poco va combinato con l’aumento del movimento che la persona a dieta deve fare per farla funzionare. passeggiate, esercizi fisici, acquagim, personal trainer, quando non subentrano analisi o altri tipi di torture mentali e fisiche.
I risultati sono quelli che conosciamo
70% di gente che fallisce, in un compito o l’altro. Gente che quando finisce la dieta (esempio dissociate) riprende più peso di prima. Gente che si fa male o finisce sotto psicofarmaci.

Perché il risultato di una dieta è il fallimento?
Perché si basano sul “chiedere più di quello che si dà”. Io ti do meno cibo, e ti chiedo più movimento. Io ti gratifico di meno e pretendo più risultati. Tu hai sulle spalle una situazione insopportabile ed io te la faccio diventare ancora più insopportabile. Tu hai bisogno di aiuto e io ti colpisco, ti torturo, ti levo energia. Ci sono due alternative o tu reagisci in modo kamikaze e ti butti dentro una lotta cieca e disperata andando incontro a farti male e riuscire ad ogni costo o fallisci.
Chi ha fallito? Se questo succede cerchiano di ragionare in modo professionale ed analizziamo le conseguenze del tuo fallimento.
Il fallimento è perché ti sei fatto male? Qualcuno nel mercato ci guadagna.
Il fallimento è perché hai perso l’equilibrio mentale? Qualcun altro ci guadagna
Il fallimento è perché sei riuscita a dimagrire ma la tua pelle ed i tuoi muscoli sono più flaccidi di prima? Ci sono migliaia di imprese che vivono da questo.
Hai perso l’energia per andare avanti? Ci sono milioni di integratori, pasticche in grado di tirarti su o giù a seconda di ciò che ti serve.

Ci sono due tipi di fallimenti
Il fallimento per te: è non riuscire a dimagrire
Il fallimento per il mercato: è soltanto che tu arrivi in un posto dove nessuno può svuotarti il conto in banca. Se analizzi le conseguenze del fare le diete che propone il mercato non puoi che capire che non esistono alternative che possono essere un fallimento per il mercato. Tutti i metodi che ti propongono sono metodi per farti spendere i soldi e che ti portano inevitabilmente verso luoghi dove sarai costretto a spendere mille volte tanto e non avrai la scelta di rifiutarti.

Capisci per quale motivo è tanto duro e sofferto fare una dieta? Perché si tratta di un attacco per debilitarti, per devastarti e renderti vulnerabile a ciò che il mercato vuole offrirti. Un attacco mirato al tuo corpo, al tuo cuore e alla tua mente.

Il metodo che propone questo libro
La circolazione
Attivare la circolazione: questa è la prima cosa, è da qui che si parte. Bisogna fare questo però senza mettere sotto sforzo il tuo cuore, perché il tuo cuore è già sotto sforzo. Quindi bisogna potenziare la circolazione utilizzando altri cuori per dare supporto al primo e farlo riposare.
Il modo è semplice, perché i cuori ci sono. Si chiamano “gemelli” (polpacci) e quando utilizziamo i piedi nel modo corretto, i gemelli pompano il sangue in su verso il cuore aiutandolo e moltiplicando la circolazione del sangue in tutto il tuo corpo. E’ necessario cominciare con un metodo che ti faccia arrivare a muoverti in questo modo tutto il giorno senza creare traumi. Ma il metodo è quello di utilizzare il tallone per la funzione per cui è stato concepito: il tallone è un’articolazione ´come il gomito” che può essere occasionalmente essere utilizzato come punto di appoggio, ma mai per scaricare su di lui il peso del corpo. Gradualità è la tua priorità assoluta.


Il metabolismo
Camminare senza sbattere i talloni per terra e in un secondo momento senza appoggiare i talloni attiva la circolazione ed il funzionamento di tutti gli organi interni; soprattutto quelli coinvolti nella digestione. Il risultato qual è? Si moltiplicano le capacità digestive e si attiva il metabolismo che torna esattamente quello che avevi a 18 anni.
Rinforzare i glutei
Questi esercizi sono molto utili per rinforzare i glutei e scolpirli. Sono molto intensi e durante i primi giorni si riescono a fare soltanto per 5 minuti al giorno. Quando li fai senti i muscoli bruciare e senti anche bruciare la zona dell'accumulo di grasso interno cosce.
Evacuare
Cominciando a camminare come propongo, tutte le funzioni del corpo tornano alla normalità in modo naturale e coordinato. E’ sufficiente farlo e tutto il resto succede da sé. Purtroppo gli intestini hanno bisogno di un aiuto in più perché tu sei in sovrappeso e perché non cominci a camminare in questo modo a 5 anni ma dopo i 40. In ogni caso non preoccuparti perché non ci sono brutte notizie, ciò che devi fare è un esercizio che si fa a letto tutte le mattine appena ti svegli. L’esercizio è questo, svuoti i polmoni e trattieni la respirazione per 15 secondi. Poi ispiri normalmente. Ripeti questo tre volte tutte le mattine ed il tuo intestino (a causa delle endorfine) si attiva a una velocità più alta del necessario. Noterai che vai in bagno 3 volte nella stessa giornata.
I muscoli
La circolazione aumenta e senza appoggiare i talloni i muscoli comincia a tonificarsi tutti. I muscoli del piede, i polpacci ovviamente, tutti i muscoli delle gambe, i muscoli della schiena e soprattutto quelli addominali. I piedi si attivano per lo sforzo e provocano una reazione a catena dove il resto dei muscoli si attivano come risposta molto più di quello che succede a quelli del piede. Il miglioramento proviene dalla circolazione, dal metabolismo, dai muscoli che si devono tirare per forza grazie alla nuova postura. L’elasticità delle pelle ritorna grazie alla circolazione che purifica le cellule.

Le gambe
Se il tuo problema sono le gambe questa sequenza Tai ti regala gambe da ballerina in meno di 30 giorni. Per riuscire è sufficiente fare quello che vedi nel video per 5 minuti al giorno.
La schiena
Cosa succede se cominci a fare questo percorso con una schiena che è messa male perché soffri di lombalgia o ernie del disco? Che tutto questo scompare dopo due mesi e con il cambio di postura non ritornano mai più a torturarti. Il piede piatto, quando riesci a stare tutto il giorno senza appoggiare i talloni torna alla perfezione dopo 3 mesi.
Chi guadagna con questo metodo?
Tu, ma non in soldi, guadagni in salute. Quindi è questo il motivo per il quale non hai mai visto nulla come questo in nessun media, nessuna rivista, nessun giornale.




Dopo aver fatto il pagamento ricordati di scaricare il libro, ma soprattutto se chiudi il programma e non hai scaricato nulla non preoccuparti, stai trattando con una persona e non con un sito internet, non esistono problemi che non vengono risolti

Acquista il libro 9€ - Download immediato formato PDF


Questo sito è informativo. Per qualsiasi dubbio che riguarda l’idoneità per fare gli esercizi consultare un medico non mi assumo nessuna responsabilità su eventuali danni provocati da vostre decisioni in merito. 

36 commenti:

  1. Ciao Gustavo
    Ho cominciato con il tuo metodo una settimana fa. Ti confesso che il discorso dei talloni l’avevo già visto ma mi sembrava una cosa impossibile per una persona di 120 chili come me.
    L’avevo letto nel libro che comprò mia moglie per la cellulite e che mi fece vedere per tentarmi.
    Adesso che è uscito questo mi ha detto che non avevo scelta, che dovevo provare. Ho deciso di provare giusto per non doverla sopportare ma in una settimana ho perso 4 chili.
    Il problema è questo, perdere 4 chili per me non è difficile, perché il peso mio è molto oscillante il discorso è che sinceramente non so quale delle due cose è più efficace.
    E’ vero che stare sulle punte è un allenamento intenso per me, ma quello che sento è che la cosa più efficace è quell’esercizio stupido di apnea che proponi, o la combinazione di entrambi.
    Comunque vado avanti e ti tengo informato. Sai quale è la cosa che più mi sorprende? Che mi è tornato l’ottimismo. Quando vedo la cioccolata adesso mi viene da sorridere, comincio a guardarla con un senso di superiorità.
    Ogni volta che mi viene voglia faccio gli esercizi di respirazione.

    Ti aggiorno tra qualche giorno

    Paolo, da Bologna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo, sinceramente non so quale dei tue esercizi è più efficace ma al tuo posto continuerei con tutti e due. Quello della respirazione è sicuramente responsabile dell'ottimismo, di questo non ho dubbi perché libera endorfine a montagne.
      Quello del camminare è quello che crea l'energia necessaria per ottimizzare tutto il tuo corpo.
      Non ho consigli purtroppo, attendo i tuoi tra qualche mese. Ti ringrazio per condividere.

      Un abbraccio

      Gustavo

      Elimina
  2. Ciao Gustavo, sono Roberta
    Io ho i cuscinetti maledetti che si vedono in quell'immagine. Cosa devo fare per risolvere? Purtroppo anche quando riesco a dimagrire quelle zone rimangono sempre lì e direi che si vedono anche di più. Mi puoi dare un consiglio specifico per quei cuscinetti?

    Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pubblicato una pagina a posta nel blog. Comunque, se cammini sulle punte, e fai l'allenamento di Pan la parte muscolare la risolvi.
      Se vuoi proprio il ventre di una ballerina, aggiungi quelli di apnea, ti pubblico anche la pagina qui.
      Da quanto tempo stai camminando sulle punte?

      Elimina
    2. 10 giorni circa, ancora non sto tutto il giorno sulle punte ma mi manca poco e comunque non li sbatto più. Mi spieghi perché la dieta normale non li manda via?
      Roberta

      Elimina
    3. Perché fungono come protezione per le zone che la circolazione insufficiente mette a rischio. Praticamente proteggono le parti deboli dal freddo. Hai fatto caso che nei paesi caldi il problema si vede molto di meno? Hai visto come diventano gli africani dopo un paio di inverni qui? Sopratutto le donne?
      Gustavo

      Elimina
  3. Ciao Gustavo
    Ho cominciato 20 giorni fa e tutto procede come descrivi. Sono arrivato a metà giornata senza appoggiare i talloni (peso 95 chili, adesso sono già a 92). Faccio allenamento di Pan, ed anche gli esercizi di apnea.
    Nella pagina dove parli di alimentazione però, ti raccomandi per far sì che le persone non facciano dieta durante i primi mesi. Dici che devono continuare a mangiare la stessa quantità di cibo perché il metodo è quello di aumentare l’uscita e non di ridurre l’entrata di cibo e quando ho letto il libro mi hai trovato fondamentalmente d’accordo ma adesso le cose sono diverse.
    Il problema è che io non ho fame. Non lo capisco, io non ho fame, sento che mi riempio mangiando meno. Come è possibile questo? Perché mi scordo di magiare? Prima quando arrivavano le 10 del mattino sentivo un buco nello stomaco e dovevo andare a mangiare qualcosa adesso mi ricordo alle 13 che è ora di andare a pranzo.
    Di questo nel libro non c’è assolutamente nulla. Che devo fare? Posso continuare in questo modo? Devo sforzarmi di mangiare?
    Roberto N. Padova

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberto. Purtroppo è difficile scrivere un libro che funziona per tutti. E' vero che dico di non fare diete, perché si rischia di squilibrarsi quando si fanno entrambe le cose. Il problema di tante persone con sovrappeso è quello di mangiare per gratificarsi e non perché hanno fame. Di solito confondono le cose. Se non ti ricordi di fare merenda va benissimo, se salti la colazione pure. Quello che non deve succedere è che tu stia 2 giorni senza mangiare. Questo è quello che dico nel libro. La sensazione di fame o di stanchezza quando si fanno gli esercizi di apnea sono difficili da interpretare durante le prime settimane. Per quello dico di continuare a mangiare.

      Gustavo

      Elimina
  4. Ho appena pagato il libro ma ho chiuso il collegamento e non ho visto da dove lo dovevo scaricare. Quindi l'ho pagato e non ce l'ho. Potresti aiutarmi? Non so come fare.
    Fabrizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho appena mandato il collegamento e anche quello del libro in regalo, se non l'hai ricevuto me lo dici e utilizzo il canale google.
      Gustavo

      Elimina
  5. mi scuso se ripeto la domanda manon vedo il mio post.
    chiedevo consigli per chi come me usa sempre i tacchi.
    Fanno male o il tacco equivale a non appoggiare il tallone?
    e poi mi domandavo se l'imbarazzo del camminare sulle punte per strada ad un certo punto si supera!
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è stato cancellato per errore, comunque la risposta è questa: usare i tacchi è sempre meglio di camminare sbattendo i talloni per terra. I tacchi sono stati inventati per far sì che le persone che non volevano fare lo sforzo potessero farlo senza perdere l'eleganza. Se ci fai caso dopo che sei stata coi tacchi ti fanno male i piedi ma le gambe o la schiena mai.
      Non equivale però a non appoggiare il tallone, rimaniamo a metà strada tra il camminare male e la perfezione.

      L'imbarazzo di non appoggiare i talloni va via dopo il secondo mesi perché impari a camminare come fanno milioni di persone, senza farlo capire. Mantenendo i talloni a 2 mm del pavimento.

      Gustavo

      Elimina
  6. Giuro che questa è l'unica volta che ho dovuto ringraziare mia moglie per le sue paranoie riguardo la linea. Quando ha comprato il libro le ho detto che era una cretina, che si trattava dell'ennesima fregatura, altri soldi buttati via ma lei disse "questa volta è diverso, mi sa che ti sbagli" ed io: "E' sempre diverso, è sempre un metodo nuovo che poi no serve a niente.

    Bene, devo riconoscere che ho cominciato a seguirla in questo. In dieci giorni ho perso due chili e l'ho fatto con immenso piacere.

    Sono a 80. voglio vedere tra quanto tempo arrivo ai 72 del poso forma mio. Ti informo. Ti ringrazio per tutto.

    Franco

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Guglielmo,

    volevo ringraziarti, per questi consigli preziosi che mi stanno aiutando tantissimo.
    Soffro d'insonnia e della sindrome delle gambe senza riposo e per caso qualche giorno fa mi sono imbattuta in un forum dove una signora che aveva lo stesso problema ha scritto che il segreto per stare bene è quello di camminare sulle punte. Per curiosità ho incominciato a camminare sulle punte da appena tre giorni aumentandone gradualmente il tempo. Quando posso al lavoro se mi alzo dalla scrivania e quasi sempre quando sono a casa. Anche di notte lo sto facendo in quanto mi sveglio e mi alzo spesso perché soffro d'insonnia e dolori alle gambe pesanti. Ho notato in queste due notti passate che i dolori mi passano e poi mi riaddormento subito, dormo di più e bene. Solo ieri ho voluto cercare più informazioni sul web e ho conosciuto questo blog. Ho quindi abbinato anche gli esercizi di apnea e di Pan e già oggi sento che l'intestino ha lavorato di più del solito. Inoltre non penso sia un caso che in questi due giorni ho perso già 1,5 kg mangiano normalmente e quindi intendo andare avanti perché sento che il mio fisico ne sta avendo benefici. Premetto che seguo già un alimentazione particolare per il mantenimento del peso ma da oggi ho iniziato una dieta dimagrante già programmata e spero che l'abbinamento alla camminata acceleri i risultati.

    Trovo però molto difficile fare la camminata elegante al lavoro in quanto si tratta di un ospedale e mi chiedevo se ci fosse un tipo di scarpe particolari che potessero mitigare l'eccessivo impatto visivo da parte della gente. Inoltre potresti dirmi quale libro consigli di acquistare? Quello per dimagrire o per la cellulite visto che sono simili e io ho ambedue i problemi?

    Grazie ancora,

    Anna

    RispondiElimina
  8. Opps. ..scusami intendevo buongiorno gustavo..
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, il libro per la celluliti e quello per dimagrire sono molto simili. Avrai capito che non si riesce a risolvere una cosa senza risolvere l'altra. Dal mio punto di vista quello per Dimagrire è più completo ma se compri uno puoi sempre richiedere l'altro in omaggio per averli entrambi.

      Sinceramente ti dico che anche comperando il libro non avresti di più di quello che hai adesso perché fai già tutto quello che devi fare. Il modo di vivere non cambierà con il libro. Si tratta di una scelta poco importante. La tua vita è cambiata già adesso.

      Ti consiglio di non fare diete per dimagrire, almeno nei primi mesi. Gli esercizi che fai intervengono sulla circolazione, le endorfine ed il metabolismo. Il tuo corpo si rigenererà completamente in meno di un anno, non serve affatto che tu limiti il cibo che mangi.

      Ti mando un abbraccio e ti ringrazio per la splendide parole.

      Gustavo

      Elimina
  9. Grazie a te Gustavo. Andro' avanti così allora. Per me la difficoltà maggiore è quella di camminare sulle punte quando sono a lavoro perché la gente ti guarda con sospetto. Se non riesco a farlo sempre vanifico tutto? Cosa consigli? Scarpe particolari? Tacchi? Una abbraccio a te.
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mantieni i tuoi talloni a 2 mm da terra o appoggia prima la punta e poi il tallone. Cerca di allungare il passo all'indietro e di accorciarlo in avanti. Ci sono una montagna di persone che camminano in questo modo e nessuno ci fa caso. Quando per strada vedi uno di quei neri africani che hanno dei corpi meravigliosi senza fare assolutamente niente controlla come camminano. Vedrai che camminano in questo modo che consiglio io.

      Gustavo

      Elimina
  10. Grazie, ti aggiornero dei progressi.
    A presto
    Anna

    RispondiElimina
  11. Ciao Aldo, piacere di conoscerti sono Marco e scrivo da Venezia. Ho fatto diete di ogni tipo, quella più efficace è stata quella dissociata ma il problema è che i chili persi dopo ritornano con gli interessi. Adesso con questo allenamento ho perso 4 chili in un mese e ogni giorno mi sento meglio. Si capisce immediatamente la meccanica con cui funziona.

    Gustavo volevo chiederti una cosa, non so se riesco a fare bene l'apnea. Cioè io la faccio ma non capisco se la faccio bene perché ovviamente la mia pancia non rientra come la tua.

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco il problema, si tratta solo di uno sforzo in su. E' sufficiente fare quello sforzo. Lo stai facendo bene.

      Gustavo

      Elimina
  12. Ciao, ho cominciato 10 giorni fa. Questo è il metodo per dimagrire più efficace che io abbia mai visto.
    Sei un genio.

    Carlo N. Mantova

    RispondiElimina
  13. buona sera :) , interessante questo metodo Gustavo.. .. sto provando ti farò sapere... il mio unico dubbio sul camminare sulle punte, sta nel fatto che molti dicono che portare i tacchi faccia venire la cellulite... il problema che vorrei risolvere... da tempo ..-.-
    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao RIta
      Questo metodo in realtà nasce come metodo per eliminare la cellulite. Abbiamo scoperto durante l'eliminazione della cellulite che la gente dimagriva. Comunque per avere la conferma delle conseguenze che crea nel corpo stare tanto tempo senza appoggiare i talloni guarda i corpi delle persone che appoggiano di meno i talloni: ballerine, ginnaste, atleti.
      In quello che riguarda i tacchi non so dirti le conseguenze ma credo che per i piedi non ci sia niente di peggio del camminare tradizionale. La pazzia più grossa in assoluto è quella di correre appoggiando prima il tallone e poi la punta. Quella è la principale causa della distruzione delle ginocchia.

      Gustavo

      Elimina
  14. Ho letto i commenti e ho visto che un sacco di persone sono riuscite a dimagrire... Posso fidarmi ad acquistarlo? 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vede la necessità, vai dentro il mio canale di youtube, guardi Burning e poi Guardi il video dimagrire e fai quello che vedi nel video. I risultati si ottengono in 60 giorni. L'unica differenza è che non capisci per quale motivo ti sei dimagrita ma che dimagrisci è sicuro.

      Gustavo

      Elimina
  15. Proverò anch'io questo metodo e vi faccio sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincia con Burning ed il passo elegante, quanti chili vuoi perdere?
      Gustavo

      Elimina
  16. Ciao Gustavo,
    è qualche giorno che seguo il tuo metodo per quanto riguarda la camminata e gli esercizi di respirazione mattutina. Cammino mezz'ora al giorno (orologio alla mano) sulle mezze punte, in casa, e quando sono fuori cerco di appoggiare prima la punta e poi, delicatamente, il tallone. Ho abitudine di fare due-tre uscite di jogging alla settimana, da molto tempo ormai, e sto provando a correre sulle punte per quasi tutta la durata della corsa (50 minuti-un'ora), e sono due settimane che seguo questa routine, ho due domande:

    1- ho sempre sofferto di tensioni alle spalle, contratture e cervicale, e non mi sono quasi resa conto che camminando in questo modo i dolori sono molto migliorati, le spalle le sento proprio più 'morbide' al tatto. Avverto un pochino di indolenzimento ai muscoli dei polpacci, come da te preannunciato, ma la cosa strana è che ho anche un pochino di fastidio alle piante dei piedi, proprio dove appoggio in punta; non dolori muscolari però, ma proprio sulla pelle, come se 'pizzicasse' per il contatto prolungato con il pavimento. Ho anche qualche leggero ispessimento in corrispondenza della punta che con questa pratica è peggiorato, a cosa può essere dovuto? Sbaglio qualcosa, o migliorerà la situazione una volta abituata alla nuova postura?

    2- Non sono propriamente mai stata stitica, ma se mangio diversamente dal normale (troppo o troppo poco) tendo a bloccarmi.. e non ho riscontrato molti cambiamenti in questo nonostante gli esercizi mattutini, cosa potrei fare ancora per migliorare anche questo aspetto?

    Ti ringrazio molto e apprezzo il tuo lavoro, anche due settimane nella maniera blanda che ti ho descritto mi hanno dato tanti benefici; queste domande, sono solo per averne ulteriormente.

    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta
      Dalle tue domande vedo che hai un corpo che è molto allenato. I fastidi che sente la gente sono molto di più di quello che descrivi tu.

      Il fastidi ai piedi come se pizzicasse è normale, nel mio caso particolare era vero e proprio dolore sotto all'arco, durato mesi.
      L'ispessimento della punta si dovrebbe collegare alla postura, come tutti tu cammini sull'avampiede ma il tuo corpo continua a stare nella posizione sbagliata, devi dargli tempo.

      Per il discorso stitichezza devi fare burning (gli esercizi di iperventilazione) perché il tuo corpo sta superallenando e ha bisogno di tanta più energia. Quando cominci a farli ricordati di bere tutte le volte che il tuo corpo lo richiede, anche 3 litri di acqua al giorno e se arriva la diarrea, non prendere nulla per fermarla. 20 giorni di diarrea sono il minimo per ripulire intestini (necessario per rimetterli a posto completamente con burning).

      Un abbraccio, va tutto meravigliosamente, ti faccio i complimenti.

      Gustavo

      Elimina
  17. Ciao di nuovo,
    sì, è vero, ho sempre fatto sport e in particolare negli ultimi mesi mi sto dedicando appunto alla corsa, che mi piace molto e che ho praticato, anche se a singhiozzo, in diversi periodi della mia vita (ora ho 30 anni). Anzi, ti racconto una cosa che forse ti farà ridere: anni fa correvo proprio sulle punte dei piedi, senza appoggiare mai il tallone - non so neppure dirti la ragione, camminavo in modo tradizionale ma quando facevo jogging posavo solo l’avampiede, forse mi veniva spontaneo in quel modo oppure ne avevo sentito parlare da qualcuno, ti parlo di una decina di anni fa quindi proprio non ricordo.
    Quello che ricordo, è che il mio ragazzo dell’epoca frequentava assiduamente la palestra, e mi sgridava sempre per questo fatto di correre senza poggiare tutto il piede a terra per non so quali ragioni medico-sportive che gli avevano spiegato in palestra; e tanto ha detto e tanto ha fatto, che alla fine mi sono spaventata e ho iniziato (con fatica, questo lo ricordo benissimo) ad abituarmi a fare corsa poggiando punta e tallone a terra, e adesso devo rifare il doppio del lavoro per riabituare il mio corpo a fare una cosa che già facevo naturalmente! Questo mi fa pensare che forse davvero questo modo di muoversi è istintivo e naturale, e che abituando gradualmente il mio corpo a camminare così non farò altro che farlo tornare come ‘dovrebbe’ essere, lo faccio con molta gradualità però, perché quando faccio dei cambiamenti diciamo così ‘imposti’ (anche se solo da me stessa) voglio che avvengano dolcemente, in modo quasi da non farmene accorgere e non sconvolgere i miei ritmi e le mie abitudini.

    Approfitto di questo scambio per approfondire quello che mi hai detto nella tua risposta, di cui ti ringrazio molto: mi dici ‘L'ispessimento della punta si dovrebbe collegare alla postura, come tutti tu cammini sull'avampiede ma il tuo corpo continua a stare nella posizione sbagliata, devi dargli tempo’. C’è qualcosa che sbaglio o che potrei fare per sistemare la postura, oppure questa si aggiusta, con il tempo e l’abitudine, in maniera spontanea? Perché non vorrei adottarne una sbagliata e poi abituare il corpo a quella, pur camminando sulle punte.

    Grazie per la pazienza e scusami il ‘papiro’ :) sei molto gentile e professionale.

    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Camminare in questo modo è naturale. Guarda tutti quelli che hanno corpi stupendi senza fare nulla e il modo di camminare è sempre questo.

      La postura cambia per conseguenza diretta. O cambia o caschi per terra. Se vuoi puoi fare l'allenamento di Pan, che trovi in questo blog ma penso che anche se non lo fai la postura cambia comunque.

      Un abbraccio, rimaniamo in contatto.

      Gustavo

      Elimina
  18. Ho appena pagato il libro ma ho chiuso il collegamento e non ho visto da dove dovevo scaricare quello in regalo. Potresti aiutarmi? Non so come fare.Grazie
    Nella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho già mandato tutto, dovresti averlo ricevuto se non lo vedi guarda la posta spam. Se non lo trovi mi riscrivi qui o a info@mezzigrafici.com

      Elimina